Smettila di dire di essere una Wedding Planner!

essere una wedding planner

Smettila di dire di essere una Wedding Planner!

Essere una wedding planner sembra il lavoro più facile del mondo. Voglio dire, deve essere così se tante persone lo inseriscono nel loro biglietto da visita senza troppi problemi. Hai “organizzato” da sola il tuo matrimonio low cost? Sei una Wedding planner! Hai suggerito a tua sorella di usare le peonie per il suo matrimonio? Anche tu sei una wedding planner! Basta un niente e chiunque si autoproclama wedding planner. Avete mai sentito questa frase? “Ho gusto, quindi anche io potrei essere una wedding planner…!

Vi sembrerà a dir poco ridicolo, ma il settore è ormai saturo di queste persone che se ne vanno in giro sostenendo di essere una wedding planner. Non è giusto per chi lo fa di mestiere dopo tanta gavetta, studi, investimenti; ed è davvero ingiusto per tutte quelle coppie che stanno cercando di assumere una vera wedding planner. Perché a volte è difficile, per chi si approccia per la prima volta in questo settore, distinguere una professionista da una wedding planner improvvisata.

sei una wedding planner

E allora diciamolo chiaro e tondo: le seguenti persone non sono wedding planner e devono subito smettere di proclamarsi tali:

Spose novelle

Quante fresche spose si propongono per fare la wedding planner di qualcun altro con questa semplice frase: “Mi sono divertita così tanto ad organizzare il mio matrimonio! Che ci vuole?” Perdonatemi: nessuno vuole mettere in dubbio che abbiate organizzato il vostro matrimonio, ma se volete farla diventare una professione, la strada è ancora molto, molto lunga.

Chi riesce veramente ad ottenere successo, decide di imparare iniziando a lavorare per wedding planners già affermate, sfruttando la loro esperienza, oppure frequenta qualche buon corso, tra i più seri e affidabili. Io credo molto nell’esperienza, e mi accorgo di imparare qualcosa di nuovo ad ogni nuovo matrimonio. Perché rischiare con una persona che ha organizzato solo le sue nozze? La formazione continua è importante in questo campo, ma ciò che si impara sul campo è insostituibile.

Suggeritori di fornitori

Anche io suggerisco e presento diversi fornitori, selezionandoli trai migliori sul mercato, perchè ho già lavorato con loro in diversi progetti di matrimonio, e perchè mi sento di garantirne le competenze.

Ma quando “qualcuno” vi dice di essere in grado di consigliarvi tutti i fornitori di cui avete bisogno, siete convinti possa dichiarare di avervi fornito un servizio di wedding planning? Coordineranno tutti i fornitori e vi affiancheranno nelle trattative? Accompagneranno voi e i vostri fornitori nei sopralluoghi e definiranno impegni e scadenze fino al giorno delle nozze? Vi presenteranno un progetto coordinato di tutti gli allestimenti al quale tutti i fornitori dovranno attenersi? Analizzeranno e terranno sotto controllo il vostro budget voce per voce? In ultima analisi: fate attenzione a chi vi affidate, e definite bene le competenze di ciascuno.

Fornitori di altri servizi

“Non hai bisogno di una Wedding Planner… ci occupiamo noi di tutto.” Preparatevi: questa frase la sentirete diverse volte, a seconda della professionalità di chi incontrerete. Per intenderci: più alto il livello del fornitore, meno probabile questa eventualità.

Ad ogni modo, vale il discorso fatto sopra: potreste ricevere qualche buona indicazione dal responsabile della location, o da quello del catering, ma dubito che vi accompagneranno nell’atelier per aiutarvi a scegliere il vestito, nè saranno una persona di riferimento per i vostri fornitori e per gli ospiti che avranno bisogno di prenotare gli hotels, tanto per fare qualche esempio.

Ma soprattutto non credo potranno essere il vostro alter ego in ogni situazione che richieda un controllo o una decisione, al di fuori del loro specifico campo di competenza.

Organizzatori di feste di famiglia

Sicuramente conoscete qualcuno che ha organizzato un ballo di fine anno, una cena con vecchi compagni di scuola, un baby shower o un evento di beneficenza. Che cosa hanno in comune tutti questi eventi ? Richiedono un impegno puramente volontario (oltre a non rappresentare particolari difficoltà creative e logistiche). Basta per essere una wedding planner?

Le cose cambiano quando c’è un compenso e te lo devi guadagnare con un risultato all’altezza delle aspettative di sposi alquanto esigenti. La maggior parte delle wedding planner vogliono ciò che è meglio per i loro clienti, e per quanto l’organizzazione di un matrimonio possa essere divertente, questo è il lavoro della loro vita. Ricorda, il denaro parla, e a volte dice “tu non sei abbastanza bravo per fare questo lavoro”.

Quindi, se siete seriamente alla ricerca di una wedding planner, allora è meglio trovare una professionista.

Appropriatori di foto di lavori altrui

Questa figura è difficile da smascherare, soprattutto perchè a prima vista sembra una professionista di alto livello…. ma è anche davvero scorretta. Purtroppo nel settore si rincorrono periodicamente casi di veri e propri furti di foto di lavori che vengono poi spacciati come frutto del proprio lavoro; a volte, per saltare l’inizio di una carriera mai svolta, altre volte per ingigantire la qualità di lavori che non avrebbero altrimenti alcun appeal sugli sposi.

Queste persone però sono facili da individuare, perché appaiono all’improvviso, senza una storia professionale alle spalle, e scompaiono altrettanto  in fretta; il problema è che nel mezzo posso creare danni notevoli a quelle poche coppie ignare che sono cadute nel tranello, affidandosi a chi non era in grado di realizzare quello che prometteva. Il mio consiglio: cercate, intervistate, verificate. Non accontentatevi di una buona prima impressione.

L’amica/sorella/cugina/madre della Sposa

Sono stata letteralmente scalzata più di una volta dalla sorella, damigella d’onore, madre, sorella, migliore amica della sposa, che sostenevano di poterle organizzare meglio di me il matrimonio, e quindi non c’era alcun bisogno della mia figura. In tutti questi casi me ne sono sempre andata senza sollevare alcuna questione, perché quelli non erano i miei clienti. Queste spose non avrebbero mai assunto una vera wedding planner.

Naturalmente, quando questo amica è andata a cercare di negoziare un contratto, non ha mai avuto lo sconto che viene solitamente riservato ad una professionista che lavora da anni in quella location o con quel fiorista; e se ha solamente tentato di progettare qualcosa che la sposa ha visto su Pinterest, non oso immaginare il risultato e la delusione della sposa.

Il punto è, che quella amica aveva di sicuro un altro lavoro, quello sul quale avrebbe dovuto concentrarsi. Anche io posso avere delle passioni o degli hobbies, ma non mi metterei mai in competizione con chi ne ha fatto una professione.

 

Roberta Torresan Wedding Planner & Designer

 

Questo articolo è ispirato ad una intervista rilasciata dalla Celebrities Event Planner Danielle Rothweiler

 

1

No Comments

Leave a Reply