come tenersi attivi in quarantena
come tenersi attivi in quarantena

Come tenersi attivi in quarantena? Consigli e dritte per l’equilibrio psicofisico

L’isolamento forzato e lo stop di tutte le nostre abitudini quotidiane mettono a dura prova il nostro benessere psicofisico. Ma niente panico! Se vi state chiedendo come bisogna tenersi attivi in quarantena, ecco la nostra personale guida! 


Noia, paura, rabbia, insonnia, difficoltà a concentrarsi, frustrazione. Alzi la mano chi nelle ultime settimane non abbia provato almeno una di queste sensazioni, se non tutte insieme. L’emergenza sanitaria ci ha sorpreso tutti, è vero. Le nostre abitudini sono ormai in stop, siamo lontani spesso da amici e famiglia, rinchiusi tra le mura della nostra casa.

Una fortuna, avremmo detto un tempo. Quante volte abbiamo desiderato di fermarci dalla solita routine snervante e frenetica, per rilassarci qualche giorno a casa con i nostri cari? Eppure, adesso che siamo costretti a farlo, andiamo un po’ in crisi.

Necessario è sicuramente il nostro atteggiamento rispetto al problema: quasi tutta la popolazione italiana (e anche globale) sta vivendo questa situazione, essere positivi e darci coraggio a vicenda ci aiuterà a vivere al meglio queste giornate. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare questo articolo ai consigli e alle dritte per tenersi attivi in quarantena.

Come tenersi attivi durante la quarantena?

Bando a pensieri negativi e alla spossatezza! Anche se restiamo a casa, tenersi attivi non è difficile. Con l’ormai diffusissimo #IoRestoaCasa, possiamo dare il via a una routine degna di questa quarantena. C’è, per esempio, chi sta continuando a lavorare in modalità smart working, un’ottima modalità per continuare a tenervi impegnati per gran parte del vostro tempo.

Tenendo la mente attiva, dandovi orari, obiettivi, call col capo o con i colleghi, le vostre giornate avranno già un sapore migliore. E per chi non può? Niente paura! Cercate di mantenervi svegli ponendovi piccoli obiettivi quotidiani, dalla pulizia della casa alla vostra formazione, fino al cambio armadio, allo sport e a tante altre cose. Vediamole insieme!

Informarsi (bene)

Informarsi è necessario sempre, e lo diventa ancora di più in un momento di emergenza sanitaria globale. Sfruttate questo momento per tenervi informati sull’andamento dell’epidemia, in Italia e nel mondo, ma senza esagerare. Controllare costantemente il numero dei contagiati e, purtroppo, dei morti, non vi farà stare meglio. Informatevi sì, ma senza ossessione, stando soprattutto attenti a non incappare in bufale e fake news virali che potrebbero soltanto aumentare in voi stati di ansia e paura.

Guardare serie tv 

Quante volte abbiamo detto “non ho tempo di seguire la mia serie preferita”. Bene, adesso ce l’hai! Dunque, mettiamoci comodi sui nostri divani e distraiamoci con cartoni animati, film strappalacrime, thriller, e chi più ne ha più ne metta! Abbiamo la fortuna di vivere in un’epoca in cui non mancano servizi di intrattenimento: tra Netflix, Amazon Prime Video, Youtube, eccetera, avete l’imbarazzo della scelta.

Leggere un libro

Stesso discorso vale per i libri. Quanti ne avete fatti impolverare sul comodino? E’ arrivato il momento di rilassarvi e immergervi in una lettura totalizzante. Rimpiangerete di non averlo fatto prima!

Fare sport

Workout, addominali, affondi, squat, braccia, saltelli sul posto o corsa in giardino (per chi ce l’ha). Questa volta non avete più scuse! Fare sport durante la quarantena è uno dei modi migliori per impiegare il vostro tempo. Scoprirete quanto faccia bene per il vostro equilibrio psicofisico dedicare un’ora al giorno a voi soltanto. Yoga, stretching o allenamenti più performanti: non vi resta che scegliere quello che preferite. Basta un materassino o un asciugamano per distendersi, e delle bottiglie di acqua al posto dei manubri. Guardate alle attività proposte sui social dalla vostra palestra di fiducia o affidatevi ad altre palestre sui loro canali YouTube. Vi assicuriamo che ce ne sono davvero parecchie!

Cucinare sì, ma senza perdere le buone abitudini

Va bene cimentarsi in dolci, pizze e paste diverse dalle solite, ma senza esagerare. Non rifugiatevi nel cibo in assenza di altri sfoghi. Evitate gli eccessi di carboidrati raffinati (come quelli di pasta, pane, pizza e dolce), insieme ai grassi saturi che potrebbero anche influire sulla vostra capacità di concentrazione. E’ importante anche continuare con le proprie buone abitudini: no a pranzi o cene davanti al computer, sì a uno spuntino tra un pasto e l’altro (uno solo, non tre!) e, infine, evitare di seguire i telegiornali duranti i pasti: le notizie negative potrebbero deconcentrarvi dal vostro pranzo o cena facendovi provare non poca ansia. Infine, cercate di fare pranzi più consistenti, variando il più possibile, preferendo cene più leggere e ad orari consoni.

Giocate con i vostri bimbi, date spazio alla vostra creatività

I vostri bimbi, pur felici di avervi sempre vicino, soffriranno la quarantena esattamente come voi. Approfittate di questo periodo per stare insieme a loro, crescendo insieme. Organizzate attività di gruppo, giochi in cui anche voi siete protagonisti, provate a farli leggere e scrivere (per i più piccoli) o tenerli attivi con lo studio (per i più grandi). Coinvolgeteli anche nelle vostre attività quotidiane in case: cucinate con loro, fatevi aiutare nelle faccende di casa, fateli divertire e divertitevi anche voi! Infine, potreste anche pensare di fare insieme a loro il cambio dell’armadio.

E voi, come state passando la quarantena? Fateci sapere come vi state tenendo attivi in questo periodo nei commenti!

0
About the author
Roberta Torresan Wedding Planner & Designer. Realizzo matrimoni nelle più belle locations di Roma e nei luoghi più incantevoli d'Italia. Le coppie che mi affidano la realizzazione del loro matrimonio provengono da tutto il mondo, e sono estremamente esigenti. Di recente ho lanciato una linea di Wedding Stationery, molto di tendenza all'estero e sempre più ricercata anche in Italia. Negli ultimi anni ho organizzato diversi corsi di formazione professionale, per aspiranti wedding planners, ma anche di perfezionamento per chi invece è già inserito nel settore wedding e cerca la propria strada verso il successo. E mi sto dedicando con ancora più impegno alla formazione professionale con un gruppo Facebook che ha ormai raccolto più di 2700 wedding planners in tutta Italia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.