organizzare l'armadio
organizzare l'armadio

Come organizzare l’armadio in cinque semplici step

Organizzare il proprio armadio può trasformarsi in un gioco da ragazzi, soprattutto quando siamo costretti a stare in casa a causa di un’emergenza sanitaria come quella che stiamo vivendo. Dunque, siete pronte a rimettere a posto il vostro guardaroba (e un po’ anche la vostra vita)? 


Si tratta probabilmente di uno dei compiti più temuti e faticosi. Innanzitutto, perché organizzare l’armadio richiede molto tempo (che spesso non abbiamo, tranne in questo periodo) e, inoltre, rimettere in ordine e organizzare tutti i vostri vestiti richiede un grande impegno mentale, oltre che fisico. Come mai?

organizzare armadio

Molto spesso, in tutte le fasi della nostra vita, ci succede di associare i nostri ricordi a qualche luogo, oggetto e anche indumento o accessorio. Ecco perché organizzare l’armadio si traduce in una vera e propria organizzazione delle proprie idee. A proporre questa teoria è il Metodo Konmari di Marie Kondo, secondo cui l’ordine comincia rimuovendo dalla nostra vita tutti gli oggetti in eccesso.

Ecco, dunque, spiegato il motivo di tanta ansia: è difficile, alle volte, staccarsi e lasciare andare anche una semplice t-shirt o una borsa. A quell’indumento o accessorio è legato un ricordo di cui non vogliamo o non possiamo liberarci. L’importante, però, è capire quando è arrivato il momento giusto di eliminare il superfluo per riordinare ed eventualmente fare spazio al nuovo.

 

Organizzare l’armadio in 5 semplici step

organizzare armadio

Teorie a parte, un armadio ben organizzato è una vera goduria per la mente e per gli occhi. Ma quali sono i primi passi? Innanzitutto, è fondamentale setacciare ogni indumento e accessoria per decidere quali sono quelli di cui avete veramente bisogno.

Siete sicure che quella maglietta acquistata 8 anni fa vi stia ancora bene? E quella cinta rovinata? Tutto ciò che non vi serve o non vi piace più potrebbe essere utile a qualcun altro che ne ha veramente bisogno. Pensateci!

Una visione d’insieme

Da dove cominciare?

  • Svuotate completate il vostro armadio;
  • Piegate i vestiti o riponete giacche e camicie sulle grucce;
  • Disponeteli su un letto, su un divano o su un tavolo per avere una visione d’insieme completa;
  • Approfittatene per dare una ripulita anche all’interno dell’armadio;

A questo punto vi direte: “ma questa maglia non ricordavo neanche di averla! E questa gonna? Starebbe benissimo con quelle scarpe nuove…”. Già, proprio così. Avere una visione d’insieme di tutti i vostri capi vi aiuterà anche a combinare molto più velocemente i vostri outfit preferiti, rivalutando indumenti che prima finivano nel dimenticatoio!

Sfruttare tutti gli spazi a disposizione

A questo punto, potreste anche pensare di rivedere la struttura del vostro armadio, sfruttandone tutti gli spazi. Uno specchio su un’anta, un porta collane, dei nuovi ripiani o dei cassetti potrebbero creare un ambiente più comodo e più accessibile.

Se non disponete di armadi grandi o di altri spazi utili, sfruttate le altezze riponendo sui ripiani più alti gli abiti che non utilizzerete per questa stagione, lasciando così lo spazio a quelli estivi e primaverili.

organizzare armadio

Ordinatori, custodie per abiti, divisori, scatole per armadi e chi più ne ha più ne metta. Sfruttate fino in fondo ogni centimetro del vostro armadio con armonia e criterio, dalle nicchie fino ai centimetri in verticale, piegando gli abiti e rendendoli tutti visibili.

Suddividere per tipologia 

Radunate insieme le cinture, le sciarpe, i guanti, i vestiti per la palestra, le maglie scure, quelle chiare, le t-shirt a maniche lunghe e quelle a maniche corte. E’ importante che ogni ripiano, cassetto o scaffale tenga su una sua precisa tipologia di abiti o accessori.

E non dimenticate: ogni capo deve essere il più possibile visibile. Dunque, appendete i capi in ordine di lunghezza, dal più lungo al più corto, da destra verso sinistra o che preferite: sarà semplice cercare quella camicia o quel vestito che avevate dimenticato di avere.

Inoltre, il verso delle grucce deve essere sempre lo stesso e, un’ulteriore suddivisione può riguardare sempre il colore. Dividendo le giacche, le camicie e gli abiti per colore, riuscirete a trovarli in men che non si dica.

organizzare armadio

Pantaloni &Co.

Stesso discorso per ordinare i pantaloni: procedete per ordine di lunghezza piegando il cavallo sempre dallo stesso verso per ogni paia. Il consiglio è quello di separare sempre i jeans dai pantaloni e dai pantaloncini d’estate: vi aiuterà a ritrovarli più facilmente. Andare per “mood” o stili di abbigliamento sarà sempre di grande aiuto.

Potete piegarli o appenderli su un’unica gruccia, impilandoli uno sopra all’altro. Potete anche dare lo stesso ordine alle gonne, disponendole dalla più lunga alla più corta, facendo attenzione a non mettere troppo vicini tessuti che potrebbero danneggiarne altri (evitate paillettes vicino a sete e tulle, per esempio).

E le scarpe?

E’ il grande dilemma di tante: e le scarpe dove le metto? L’ideale, secondo noi, è riporle in una scarpiera adatta, preferibilmente separata dal resto dei vestiti. In ogni caso, meglio se riposte all’interno di sacchetti di stoffa o nelle rispettive scatole (se intendete inserirle nei ripiani dell’armadio).

Se siete in cerca di consigli sulla casa degli sposi, date un’occhiata anche alla nostra sezione dedicata!

 

 

 

 

 

0
About the author
Roberta Torresan Wedding Planner & Designer. Realizzo matrimoni nelle più belle locations di Roma e nei luoghi più incantevoli d'Italia. Le coppie che mi affidano la realizzazione del loro matrimonio provengono da tutto il mondo, e sono estremamente esigenti. Di recente ho lanciato una linea di Wedding Stationery, molto di tendenza all'estero e sempre più ricercata anche in Italia. Negli ultimi anni ho organizzato diversi corsi di formazione professionale, per aspiranti wedding planners, ma anche di perfezionamento per chi invece è già inserito nel settore wedding e cerca la propria strada verso il successo. E mi sto dedicando con ancora più impegno alla formazione professionale con un gruppo Facebook che ha ormai raccolto più di 2700 wedding planners in tutta Italia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.